Maxi Vov

L’equilibrio sospeso di una forma perfetta: Maxi Vov è il lavabo soprapiano che riprende le proporzioni dell’iconica vasca Vov disegnata da Oriano Favaretto. Si appoggia asimmetrico a consolle, o mobili portalavabo aggiungendo armonia e leggerezza all’intero arredo bagno. Disponibile in Mak con finish opaco o lucido. Fornito con piletta scarico continuo.

L’equilibrio sospeso di una forma perfetta: Maxi Vov è il lavabo soprapiano che riprende le proporzioni dell’iconica vasca Vov disegnata da Oriano Favaretto. Si appoggia asimmetrico a consolle, o mobili portalavabo aggiungendo armonia e leggerezza all’intero arredo bagno. Disponibile in Mak con finish opaco o lucido. Fornito con piletta scarico continuo.

Leggi di più

Dettagli

01.

Una forma iconica

Il lavabo Maxi Vov, sinuoso ed avvolgente, riprende in dimensioni ben più ampie il lavabo Vov Due di Mastella. Aggiunge ben 10 cm alla larghezza della vasca diventando così un lavabo dalla massima capienza. L'iconica forma che si ispira alle forme naturali dell'uovo e la sua asimmetria restano sempre caratteristiche di stile identificativo.

Dettagli

02.

Mak : Opaco o lucido?

Maxi Vov è realizzato in Mak, un mineralmarmo risultato di una miscela di minerali e resine acriliche.Antibatterico, resistente alle macchie e agli urti. Disponibile in finitura liscia e opaca per un design pulito e tradizionale, oppure in finitura lucida, più tecnica per bagni moderni.

Dettagli

03.

Ambiente coordinato

Creare un ambiente bagno dove tutti gli elementi sono in armonia tra di loro è possibile, grazie all’abbinamento del lavabo Maxi Vov con la vasca da bagno Vov White sempre di Mastella. Questi due elementi si coordinano perfettamente tra di loro creando un trait d'union stilistico unico nel suo genere.

Tecnicità

Dettagli tecnici


Mat

Dimensioni (L x P x A): 59.7 x 42.7 x 17 cm

Oriano Favaretto

Il 25 aprile del 56 nasce a Silea (TV) nella campagna veneta. Rurale e visionario, alla ricerca di nuove emozioni tra poesia e un filo di ironia per sopravvivere: in bilico tra forma e contenuto. Frequenta l’Accademia delle Belle Arti all’interno della quale ha occasione di conoscere e confrontarsi con Emilio Vedova, prezioso maestro di gesti e di segni. Un’altra importante esperienza che lascia un segno indelebile è data dalla collaborazione con Ennio Chiggio, del quale diviene apprendista e collaboratore. Tra i suoi maggiori successi professionali si possono annoverare il riconoscimento al Concorso tra Accademie d’Italia, il Premio Lubiam 1982 e l’esperienza pittorica maturata presso la fondazione Bevilacqua La Masa. Oriano Favaretto ha preso parte ad importanti rassegne internazionali tra le quali Eventi a Milano con Zuccheri and Oira, la mostra itinerante I Fiori della Metafora con Plessi e D’Orazio e il premio Murano vinto nel 1987 e nel 1992. Selezione nel concorso degli affreschi per Sacca Fisola Venezia. Di grande rilievo il premio Lampada d’Oro del S.I.L. di Parigi nel 1993. Nel 1997 la rivista Marie Claire gli conferisce il Prix d’Excellence alla sua Polipò che diventa così lampada dell’anno. Vanta importanti collaborazioni con numerose aziende di spicco nell’ambito del design industriale come a esempio Boss, Artemide, itre, De Majo, Venini, Linea Light, Viabizzuno, Icosmic bagni, Regia, Evaluz, Mastella, Moretti Andrea, Vistosi.

Scopri la collezione Soprapiano

Scopri la collezione Soprapiano

Richiedi informazioni

Sono interessato al prodotto: Maxi Vov
Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy UE 2016/679
Invio di newsletter e di comunicazioni commerciali e/o tecniche
Attività di profilazione, marketing e indagini di mercato condotte internamente