Il bagno: dal ginnasio all’oasi di design, un’evoluzione estetica e culturale

Nel corso della storia la definizione di “bagno” ha assunto significati e aspetti differenti, passando da spazio condiviso all’aria aperta, dedicato ai bisogni fisiologici, ad ambiente riservato ed esclusivo, proposto in forma privata nelle abitazioni, per l’igiene personale e la cura del proprio benessere. Durante questa evoluzione, a seconda delle epoche e delle culture di riferimento, sono subentrati man mano elementi d’arredo e materiali innovativi, sempre più funzionali alla cura del corpo e al relax, di cui  la vasca da bagno è simbolo principale.

Il primo esemplare di bagno risale al 1700 a.C., ritrovato nell’antico palazzo di Cnosso (Creta); un’architettura all’avanguardia per il tempo, dotata di uno straordinario impianto idrico. Si diffuse successivamente in Grecia all’interno dei ginnasi, utilizzato in modo rapido e a freddo, come momento connesso all’attività sportiva. Fu solo con l’approdo a Roma nel III sec. a.C. che il bagno assunse un ruolo culturale e sociale differente, inteso come luogo elitario in cui condividere momenti di relax, all’interno delle aree pubbliche termali, profumate di unguenti ed essenze. A seguito delle ripetute invasioni barbariche, l’Impero perse la ricchezza degli impianti destinati al benessere, che andarono pressoché distrutti.

Con il crescere del potere ecclesiastico, il bagno, ed in particolare la vasca da bagno, persero notevolmente valore per moltissimi secoli, fino a divenire banditi, poiché strettamente correlati all’uso dell’acqua e alla cura del corpo, considerati al tempo espressione di voluttà.

Fu solo nel XIX sec. che finalmente l’igiene e la pulizia ripresero il loro spazio nella routine dei nobili benestanti, dapprima intesi come rituale elitario in presenza dei domestici, per poi divenire via via un momento di intimità privata e di relax. Da qui ha origine l’odierna concezione dell’”ambiente bagno”, inteso come spazio dedicato al benessere psico-fisico, curato nell’architettura e nella multifunzionalità dei materiali e degli elementi che lo compongono. Forte delle antiche origini imperiali, oggi più che mai l’area più riservata della casa diventa una vera e propria esperienza sensoriale, alla pari di un’esclusiva spa di lusso, particolarmente soggetta alle influenze dal fashion system.

Moltissimi designer d’interni, infatti, negli ultimi anni si sono dedicati all’arredo bagno, con minuziosa cura per i dettagli e per la personalizzazione degli spazi, con l’obiettivo di creare un’oasi di relax, nell’intimità della propria abitazione.

“La sala da bagno diventa un rifugio dal mondo, un tempo dove non esiste più il tempo” – curatori della mostra “La toilette: la nascita dell’intimità”, Parigi 2015

Linee contemporanee, tecnologia negli accessori ed essenzialità minimal-chic caratterizzano le tendenze dell’arredo bagno 2016, con particolare propensione alla contrapposizione tra vuoti e volumi, soprattutto negli stili Zen e Industrial, i più richiesti dell’anno.

STILE ZEN: MINIMALISMO NATURALE

L’energia e la meditazione, fondamenti della cultura zen, sono espresse nelle forme sinuose degli elementi, fuse magistralmente con le tonalità naturali del legno, la pulizia del bianco e l’eleganza rigorosa del nero. Lo stile, proveniente dalla cultura nipponica, predilige linee pulite, essenziali, materiali naturali e spazi ariosi, ricreando il contesto ideale per l’equilibrio psico-fisico. Protagonista del bagno arredato in stile Zen è la vasca, accogliente e spaziosa, dalla struttura tipicamente morbida e tondeggiante, impreziosita di materiali innovativi, capaci di rievocare la bellezza della pietra naturale.

La scelta di questo stile è particolarmente indicata per coloro che prediligono il minimalismo intrinseco della natura, l’unione degli opposti cromatici e l’armonia tra luce e ombre.

copia-di-mst_081120ed_016f
Vasca VANITY
Vasca VOV

STILE INDUSTRIAL

Basicità e funzionalità, rendono unico il fiorente stile Industrial, caratterizzato da linee nette, materiali solidi e design minimalista.

Il principio della tendenza è richiamare la rigorosa architettura tipica delle industrie, dalla matericità importante ed essenziale, viva.

Il bagno in stile Industrial è pensato per coloro che, nella pulizia delle geometrie circostanti, percepiscono l’equilibrio di corpo e mente, creando un ambiente esclusivo, dedicato al proprio benessere.

Particolare attenzione è posta nella scelta dei materiali d’arredo, su tutti il metallo nero, le resine, e l’acciaio, che, assemblati alle superfici legnose, creano un’affascinante atmosfera urban-chic.

Qui il bianco ottico della vasca, dalla forma impattante e decisa, evoca la sensazione di linearità e perfezione, nelle quali abbandonare la frenesia della tensione fisica ed emotiva di una giornata.

Vasca MENDI
Vasca YOLE

Mastella srl | C.F. ‍01767460262 P.IVA ‍01767460262 | Cap.Soc. € 1.695.000,00 i.v. | Privacy e Cookie Policy